Mediazione familiare: conflitto, emozioni e comunicazione nel passaggio generazionale delle imprese di famiglia

Abstract

Imparare a gestire i conflitti, soprattutto nel caso di passaggio generazionale, è fondamentale per il benessere della famiglia e la prosperità dell’impresa familiare. La mediazione familiare che cura le relazioni partendo dai bisogni degli individui è un ausilio indispensabile perché i membri della famiglia possano progettare e vivere serenamente il passaggio di consegne in azienda. Il mediatore familiare aiuta le persone a districarsi tra la sovrapposizione dei ruoli (famiglia, azienda, gestione) che la struttura ibrida di famiglia e impresa riveste, dando spazio all’espressione adeguata delle emozioni e consentendo una comunicazione senza trappole. Per superare la refrattarietà degli imprenditori e delle famiglie ad affrontare per tempo la progettazione del passaggio generazionale, il mediatore familiare potrebbe condurre una “living wake” aiutando i partecipanti ad esprimere con intelligenza emotiva un intento e una visione armonica del futuro della famiglia e dell’impresa. Per superare la refrattarietà o la difficoltà ad affrontare l’argomento del passaggio generazionale, una buona metafora, ricca di spunti aneddotici può essere la monarchia dove per secoli gli affari di famiglia sono stati tramandati di generazione in generazione.

Learning to manage conflicts, especially in the case of generational change, is essential for the well-being of the family and the prosperity of the family business. Taking care of relationships starting from the needs of individuals, family mediation is an indispensable aid so that family members can peacefully plan and live the handover in the company. The family mediator helps people to unravel their lives from the overlapping roles (family, company, management) that the hybrid structure of family and business represents. The family mediator gives space to the adequate expression of emotions, allowing communication without traps. To win over entrepreneurs and families unwilling to face in time the planning of the generational transition, the family mediator could conduct a “living wake”. That would help the participants to express with emotional intelligence an intent and a harmonious vision of the future of the family and of the business. In order to overcome the resistance or the difficulty in dealing with the issue of generational change, the use a good metaphor, such as monarchy, could be useful. Monarchy would represent an environment where centuries family affairs have been handed down for centuries from generation to generation.

Scarica l’articolo completo in pdf

#emozioni&conflitto, #enterprenurialgenerationalchange, #familybusiness, #familybusinessmediation, #generationalchange, #passaggiogenerazionale

Rimani aggiornato

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre news

corso Sempione 10 MILANO
P. IVA 05064080483
Fondatrice ed esercente: Isabella Buzzi
Direttore responsabile: Giuseppe Molinari 
Server provider:  Sistemi.it Srl 
 
Reg. Tribunale Ordinario di Milano il 9/4/2018 al n. 124 
ISSN 2704-6273

Copyright © 2019