• Home
  • Articoli
  • Le persone sono più importanti delle dispute: le emozioni, colonnasonora in mediazione familiare

Le persone sono più importanti delle dispute: le emozioni, colonnasonora in mediazione familiare

Abstract

Che lo si voglia o no, le emozioni sono croce e delizia della nostra esistenza. Spesso cerchiamo di dominarle, di liberarcene o di reprimerle, innalzando barriere, ma raramente ci riusciamo e alla fine dobbiamo sempre farci i conti. Quando le lasciamo libere di esprimersi dentro di noi, ci accorgiamo che sono in realtà proprio esse a guidarci verso ciò che è bene per noi. Sono persino in grado di guarirci dalla sofferenza. Ci siamo mai realmente chiesti di cosa abbiamo fondamentalmente tutti bisogno?
Secondo l’autrice del presente articolo abbiamo tutti bisogno di sentire di essere in sintonia con noi stessi e con gli altri. Di avere legami emotivi sicuri. Tuttavia, il modo di emozionarci dipende dalla qualità della relazione con la nostra primaria figura di attaccamento.

Il presente lavoro vuole essere proprio un viaggio nel misterioso mondo delle emozioni alla ricerca dei fondamenti della vita emotiva, alla scoperta del bambino che eravamo e dell’adulto che siamo. È la distanza emotiva a distruggere una coppia: l’esistenza di due storie di attaccamento diverse e di due realtà emotive di genere differenti. Il Mediatore Familiare può aiutare la coppia ad accorciare questa distanza e facilitare il suo passaggio evolutivo dal conflitto al confronto, alla fine del quale nessuno sentirà di essere uscito perdente.  

Whether you want it or not, emotions are cross and delight of our existence. We often try to dominate them, to get rid of them or to repress them, by raising barriers, but we rarely succeed and in the end we always have to deal with them. When we leave them free to express themselves within us, we realize that it is actually they who guide us towards what is good for us. They are even able to heal us from suffering. Have we ever really wondered what we basically all need?
The autor answers: “Feeling that we are in tune with ourselves and with others. Having secure emotional ties. However, the way we get excited depends on the relationship with our primary attachment figure’s quality”. This work is intended to be a journey into mysterious world of emotions in search of the foundamentals of emotional life, to discover the child we were and the adult we are. It is emotional distance that destroys a couple. The existence of two different attachment stories and two different emotional realities. Family Mediator can help the couple to shorten this distance and facilitate their evolutionary transition from conflict to confrontation, at the end of which no one will feel that they have come out as a loser.

Scarica l’articolo completo in pdf

attaccamento, attachment, barriereemotive, bisogni, caregiver, conflict, conflitto, connection, connessione, couple, cuore&cervello, curativeemotions, distanzaemotiva, emotion, emotionalbarriers, emotionalbond, emotionaldistance, emotionalintelligence, emotionalmind, emozione, empathy, empatia, familybond, familymediation, father, fathers&children, figura primaria, heart&brain, intelligenzaemotiva, legameemotivo, legamefamiliare, madre, madriefigli, mediazionefamiliare, menteemotiva, mentepensante, mother, mothers&children, naufragiocoppia, needs, neuroscience, neuroscienze, padre, padriefigli, poterecurativoemozioni, relationship, relazione, responsiveness, responsività, shipwreck, sintonizzazione, sopravvivenza, survival, thinkingmind, tuning

Rimani aggiornato

Inserisci la tua e-mail per ricevere le nostre news

corso Sempione 10 MILANO
P. IVA 05064080483
Fondatrice ed esercente: Isabella Buzzi
Direttore responsabile: Giuseppe Molinari 
Server provider:  Sistemi.it Srl 
 
Reg. Tribunale Ordinario di Milano il 9/4/2018 al n. 124 
ISSN 2704-6273

Copyright © 2019