La sofferenza nella coppia

Il compito del mediatore è quello di affiancare senza dirigere, consigliare o valutare, diverso è il compito del terapeuta o del Consulente tecnico del giudice. Nessun compito è migliore o peggiore, sono compiti specifici che possono essere importanti per la coppia, che affronta sofferenza, rabbia, tristezza, e che ha bisogno ugualmente di vivere la quotidianità.

Pubblichiamo sul sito, rendendolo scaricabile in formato pdf, l’intervento della dott.sa Buzzi: “La collaborazione
del Mediatore Familiare con il CTU e con il terapeuta della coppia e del singolo” tenutosi lo scorso 15 ottobre 2015 presso il Convegno della Regione Lombardia Mediazione familiare. Professionalità e deontologia per un lavoro di squadra.

SCARICA LE SLIDES IN PDF

Condividi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Lascia un commento